Scopri come gli standard ISO possono guidare la tua azienda verso la sostenibilità climatica

cambiamento-climatico-standard-iso-millergroup

L’incorporazione delle tematiche legate al cambiamento climatico all’interno degli standard ISO segna un passo fondamentale verso un approccio più sostenibile e consapevole da parte delle organizzazioni a livello globale.

Innovazioni in tecnologie sostenibili, pratiche di produzione a basso impatto ambientale e l’adozione di energie rinnovabili sono solo alcuni esempi di come le aziende possono contribuire alla lotta contro il cambiamento climatico.
Queste modifiche non solo rispondono alle pressanti richieste di azioni concrete per il contrasto al cambiamento climatico, ma offrono anche alle aziende una guida per integrare tali pratiche nei loro sistemi di gestione, promuovendo un miglioramento continuo e una resilienza accresciuta.

Le norme ISO 9001, ISO 14001 e ISO 45001, riconosciute a livello internazionale, stabiliscono i criteri per la qualità, la gestione ambientale e la salute e sicurezza sul lavoro.

ISO 9001: Qualità

Questa norma stabilisce i criteri per un sistema di gestione della qualità e ora include considerazioni specifiche per il cambiamento climatico.
Le aziende sono incoraggiate a valutare come i loro prodotti e servizi influenzino l’ambiente, promuovendo l’adozione di pratiche sostenibili lungo l’intera catena di fornitura.

 

ISO 14001: Gestione ambientale

Essendo la norma principale per la gestione ambientale, l’ISO 14001 ha subito importanti aggiornamenti per integrare più efficacemente la gestione del cambiamento climatico. Questi includono l’adozione di misure preventive contro l’inquinamento, l’efficientamento energetico, la riduzione delle emissioni di gas serra e la gestione sostenibile delle risorse.

 

ISO 45001: Salute e sicurezza sul lavoro

La norma ISO 45001, focalizzata sulla salute e sicurezza sul posto di lavoro, ha integrato il cambiamento climatico come un fattore di rischio da valutare e gestire. Ciò comprende la preparazione e la risposta a eventi climatici estremi, che possono incidere sulla sicurezza dei lavoratori.
Le modifiche alla norma mirano a garantire che le aziende adottino un approccio proattivo nella gestione dei rischi legati al clima, contribuendo così a creare ambienti di lavoro più sicuri e resilienti.

 

L’aggiornamento rappresenta un passo avanti significativo nell’allineamento delle pratiche di gestione della qualità con gli obiettivi di sostenibilità ambientale, riflettendo un più ampio riconoscimento della necessità per le organizzazioni di considerare il proprio impatto ambientale e di gestire rischi e opportunità considerando anche il cambiamento climatico (ad esempio, interruzioni della catena di fornitura dovute a condizioni meteorologiche estreme o lo sviluppo di prodotti con un’impronta di carbonio ridotta).

Le organizzazioni certificate ISO 9001, ISO 14001 e ISO 45001 hanno ora il compito di rivedere al più presto i propri sistemi di gestione per garantire la conformità al nuovo addendum, il che potrebbe comportare la revisione e l’aggiornamento di politiche, obiettivi e processi per incorporare le considerazioni sul cambiamento climatico.

Si dovrà iniziare rivalutando il contesto per analizzare se il cambiamento climatico sia un fattore significativo che influenza lo scopo e la capacità di raggiungere gli obiettivi del sistema qualità, del sistema ambientale o del sistema di gestione per la salute e la sicurezza sul lavoro.
Se la tua impresa dispone già di un sistema di gestione certificato secondo uno standard ISO, stai già conducendo questo tipo di analisi del contesto. L’unica differenza è che il cambiamento climatico deve sempre essere preso in considerazione nell’analisi e, se ritenuto rilevante, deve far parte del sistema di gestione.

 

Se hai bisogno di supporto, contattaci per una consulenza personalizzata:

Condividi l'articolo

Condividi l'articolo

SUPPORTO ALLE IMPRESE

COME POSSIAMO ESSERTI D'AIUTO?

Inviaci un'email